Questo articolo è stato letto 209 volte

Permessi retribuiti per il diritto allo studio

permessi diritto allo studio

Orientamento applicativo Aran RAL_1924 del 11 maggio 2017

Un lavoratore titolare di posizione organizzativa ha diritto di fruire dei permessi retribuiti per il diritto allo studio, di cui all’art.15 del CCNL del 14.9.2000? In caso affermativo, il suddetto dipendente ha diritto a percepire la retribuzione di posizione per le giornate in cui si assenta per fruire dei permessi per il diritto allo studio?

Relativamente alla particolare problematica esposta, si ritiene opportuno evidenziare che, come già sottolineato in precedenti orientamenti in materia, nella disciplina contrattuale del Comparto delle Regioni e delle Autonomie Locali non è prevista alcuna norma specifica che escluda l’applicabilità dell’istituto dei permessi per il diritto allo studio nei confronti del personale incaricato di posizione organizzativa.

Poiché i permessi per il diritto allo studio sono retribuiti, non si pone alcun problema di eventuale decurtazione del trattamento economico del personale che ne fruisce, ivi compresa la retribuzione di posizione dei titolari di posizione organizzativa.

Per maggiori approfondimenti CONSULTA lo SPECIALE su PRESENZE e ASSENZE del PERSONALE

Ti consigliamo il volume:

giustificazione_assenze

La giustificazione delle assenze negli Enti locali

di  Livio Boiero

Questo volume unifica la stratificata disciplina delle assenze in un “testo unico” in cui tutte le tipologie di assenze sono ordinate e inquadrate grazie al preciso richiamo alla normativa e alla prassi di riferimento.

scopri

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>