Questo articolo è stato letto 28 volte

Pensioni versate il primo giorno utile

Da febbraio 2017 le pensioni saranno pagate il primo giorno bancabile del mese, ovvero il primo giorno lavorativo utile. Eccezion fatta, però, per il mese di gennaio per il quale il versamento avverrà oggi, ovvero il secondo giorno bancabile del mese. L’annuncio è arrivato direttamente dall’Inps tramite una nota diffusa ieri con la quale l’Istituto ha illustrato le date attese per il 2017 a seguito del decreto Milleproroghe. Nel dettaglio, «il testo del dl firmato dal Presidente Mattarella lo scorso 31 dicembre ha modificato l’articolo 6 del dl 65/2015, convertito con legge 109/2015, che ha unificato le date di pagamento delle prestazioni Inps, Inpdap ed Enpals», ha spiegato l’Inps, «in base a tale modifica viene, quindi, ripristinato per l’anno 2017 il pagamento al primo giorno bancabile del mese, con l’unica eccezione per la rata di gennaio».

Per i pensionati italiani, però, le novità potrebbero non essere finite. A seguito della comunicazione da parte dell’Inps, infatti, è intervenuto lo Spi-Cgil (Sindacato dei pensionati italiani) che ha sottolineato come, a partire da mese prossimo, «i pensionati potrebbero dover restituire allo Stato parte della rivalutazione degli assegni risalente all’anno 2015. Si tratta», ha spiegato il sindacato, «dello 0,1% di differenza tra l’inflazione programmata e quella effettiva su cui è stato calcolato l’adeguamento al costo della vita delle pensioni. Nel caso di una pensione al minimo la perdita sarà di circa 6,50 euro all’anno e di 13 euro per una da 1.000 euro».

Fonte: ItaliaOggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>