Questo articolo è stato letto 535 volte

Pensione anticipata per chi fa lavori usuranti.

pensione_anticipata

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze che modifica il decreto 20 settembre 2011, concernente l’accesso anticipato al pensionamento per gli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti.

Beneficiari

Per accedere alla pensione anticipata (o, più precisamente, alla pensione di anzianità) per lavori usuranti, è necessario essere stati adibiti a tali mansioni, o a turni notturni, per un periodo almeno pari alla metà della vita lavorativa o a 7 anni negli ultimi 10 anni di attività lavorativa.

Documentazione necessaria

Nell’allegato A al Decreto è riportata una tabella contenente la documentazione minima da presentare ai fini della procedibilità della domanda di accesso al beneficio.

Gli addetti ai lavori notturni dovranno produrre, oltre al contratto di lavoro individuale, i cedolini paga con l’indicazione delle maggiorazioni per lavoro notturno: questi documenti servono per dimostrare che l’interessato  è stato adibito al lavoro notturno per almeno metà della vita lavorativa o per almeno 7 anni nell’ultimo decennio di lavoro o per almeno 78 notti l’anno.

Per i dipendenti pubblici non ci sono significativi cambiamenti. Per ottenere la pensione anticipata devono produrre una certificazione dell’ente pubblico che attesti lo svolgimento e la durata delle attività lavorative, assieme al servizio svolto e agli stipendi ricevuti.

LEGGI IL DECRETO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>