Questo articolo è stato letto 44 volte

Pensionamenti d’ufficio e turn-over più flessibile per lo svecchiamento del personale della p.a.

pensionamenti-dufficio-e-turn-over-piu-flessibile-per-lo-svecchiamento-del-personale-della-pa.gif

di G. Crepaldi (www.ilpersonale.it 15/10/2014)

Fra le novità della legge di riforma della pubblica amministrazione (d.l. n. 90/2014 convertito, con modificazioni, in legge n. 140/2014) vi sono quelle precipuamente finalizzate allo svecchiamento del personale della pubblica amministrazione.

Si tratta di misure da ritenere necessarie e perciò da valutare con favore se si considera che il personale pubblico dell’amministrazione italiana è fra i più anziani d’Europa. Secondo un’indagine dell’OCSE la percentuale dei dipendenti pubblici statali con età superiore a cinquanta anni risulta pari al 50%, mentre nella maggior parte degli altri paesi europei il valore è prossimo al 30%.
L’invecchiamento è si è aggravato negli ultimi anni. A fronte della riduzione del numero dei dipendenti pubblici, si è rilevato un aumento importante dell’età anagrafica media del personale in servizio alla determinazione del quale ha concorso il blocco delle assunzioni e il prolungamento dell’età lavorativa prevista dalla nuova normativa pensionistica.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>