Questo articolo è stato letto 1.642 volte

Part time verticale e permessi legge n. 104/1992

Approfondimento di L. Boiero

part-time_1217

Una recente decisione della Cassazione, ci porta a riflettere sulla possibilità di riproporzionare i tre giorni di permesso ex lege n. 104/1992, nel caso di part time verticale.
Il fatto inerisce il diritto di un dipendente con contratto part time verticale, con prestazione lavorativa articolata su quattro giorni a settimana,  a fruire dei tre giorni di permesso mensile di cui all’art. 33, comma 3, della legge n. 104/1992.
Una normativa specifica, che disciplini detta ipotesi,  non si trova.
Nel caso del part time orizzontale, i giorni di permesso sono comunque tre e corrispondenti alle ore contrattualmente previste.
Più complessa risulta essere la situazione nel caso del  part time verticale.
Nel tempo,  Indap e Inps,  sono intervenute con proprie circolari e le soluzioni proposte  sono state  diverse a seconda degli istituti previdenziali di riferimento.
Nel comparto pubblico, l’ INPDAP, con Circolare  10 luglio 2000, n. 34, punto 8, si è così espressa: “Permessi spettanti in relazione al rapporto di lavoro a tempo parziale
I benefici ex art. 33 spettanti al personale con rapporto di lavoro part time sono i seguenti:
PART TIME VERTICALE

  • permesso giornaliero di due ore per ogni giorno di servizio prestato;
  • permesso mensile di tre giorni ridotto proporzionalmente alle giornate effettivamente lavorate

PART TIME ORIZZONTALE

  • permesso giornaliero ridotto in proporzione alle ore lavorate, (pertanto, nel caso di prestazione lavorativa inferiore alle 6 ore, il permesso giornaliero si riduce ad 1 sola ora);
  • permesso mensile di tre giorni per intero”.

Continua a leggere l’articolo

 

Per maggiori approfondimenti in materia di PRESENZE E ASSENZE DEL PERSONALE consulta il nostro SPECIALE

Consigliamo il CORSO di FORMAZIONE:

La gestione delle assenze nella Pubblica Amministrazione
Le ultime novità e la casistica più significativa su malattia, permessi e congedi
Roma, 13 ottobre 2017


NOVITA’ EDITORIALE:
La riforma del pubblico impiego e della valutazione

La riforma del pubblico impiego e della valutazione

Arturo Bianco, Alessandro Boscati, Renato Ruffini , 2017, Maggioli Editore
Costituzione del fondo per la contrattazione decentrata del personale e dei dirigenti, anche alla luce dei tetti e dei tagli dettati dalla normativa; ripartizione delle risorse per la incentivazione del personale, applicazione della produttività e delle altre forme di incentivazione del...

40,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>