Questo articolo è stato letto 0 volte

P.A.: Battaglia (Confsal-Unsa), preoccupante ritardo pagamento stipendio

p-a-battaglia-confsal-unsa-preoccupante-ritardo-pagamento-stipendio.gif

“Oggi nella sede del sindacato abbiamo ricevuto un numero impressionante di telefonate di lavoratori allarmati perché non hanno ricevuto l’accredito dello stipendio”. Lo rende noto Massimo Battaglia, segretario generale della Federazione Confsal-Unsa. “Le segnalazioni – spiega – ci sono giunte dal Nord, dal Centro e dal Sud. Abbiamo appurato, attraverso contatti diretti con il ministero dell’Economia e delle Finanze, che la disfunzione è stata causata da un problema tecnico e dalla modifica di alcune procedure di accredito”.

“Ma ciò che è successo ci obbliga, come sindacato, a una lettura – sottolinea Battaglia – sia politica che sociale. La preoccupazione di così tante persone per un ritardo nel pagamento dello stipendio deve essere colta in tutta la sua drammaticità dalla classe politica, poiché la vita di milioni di nuclei famigliari dipende dalla riforma della politica dei redditi realizzata dagli ultimi governi”.

“Ciò che la Confsal-Unsa chiede a questo nuovo Parlamento e al prossimo governo – ribadisce – è di dare un nuovo impulso ai redditi nel pubblico impiego a partire da quelli più bassi poiché essi sono a tutti gli effetti insufficienti a garantire la sicurezza ai propri figli. L’obiettivo di riformare la spesa pubblica per trovare le risorse utili a finanziare i nuovi contratti collettivi è, secondo noi, un obiettivo perfettamente raggiungibile, ma c’è necessità che il Parlamento e il governo cambino marcia rispetto al passato e che raccolgano i forti inviti di rinnovamento lanciati dal Presidente Napolitano nel suo discorso di insediamento”.

(FONTE: Adnkronos)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>