Questo articolo è stato letto 8 volte

Orientamenti applicativi ARAN: la destinazione delle risorse stabili.

Con orientamento applicativo del 14/10/2014 l’ARAN risponde al seguente quesito:

Quali sono gli istituti del trattamento economico accessorio del personale che devono essere necessariamente finanziati con le risorse aventi carattere di certezza, stabilità e continuità, ai sensi dell’art.31, comma 2, del CCNL del 22.1.2004?

L’avviso della scrivente Agenzia è nel senso che devono essere finanziati necessariamente con oneri a carico delle risorse decentrate stabili effettivamente disponibili presso ciascun ente i seguenti istituti del trattamento economico del personale:

a)    la progressione economica orizzontale, di cui all’art.5 del CCNL del 31.3.1999;

b)  la retribuzione di posizione e di risultato delle posizioni organizzative negli enti con dirigenza nonché negli enti privi di dirigenza diversi dai comuni e dalle unioni di comuni, per i quali trova applicazione la disciplina dell’art.11 del CCNL del 31.3.1999;

c)  la quota dell’indennità professionale del personale educativo degli asili nido, di cui all’art.31, comma 7, del CCNL del 14.9.2000 ed all’art.6 del CCNL del 5.10.2001;

d)  la quota dell’indennità di comparto di cui all’art.33, comma 4, lett. b e c, del CCNL del 22.1.2004.

Per completezza informativa, si ricorda che sono stati posti a carico delle medesime risorse decentrate stabili anche gli oneri per il finanziamento per la riclassificazione di alcune categorie di personale, secondo le previsioni del CCNL del 31.3.1999.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>