Questo articolo è stato letto 1 volte

Nota a margine dell’applicabilità del decreto stabilizzazione alle province autonome di Trento e di Bolzano

nota-a-margine-dell%c2%92applicabilita-del-decreto-stabilizzazione-alle-province-autonome-di-trento-e-di-bolzano.gif

di  D. Passigli (La Gazzetta degli Enti Locali 28/7/2011)

La controversa applicabilità delle disposizioni sull’election day, sul livellamento retributivo delle maggiori cariche istituzionali,  sull’obbligo di utilizzo dei parametri qualità-prezzo delle convenzioni Consip e dell’indennizzo in caso di occupazione usurpativa

L’analisi dei contenuti del DL 98/2011 convertito, con modifiche, dalla legge 110/2011 pone una serie di delicate questioni in ordine all’applicabilità degli stessi alle due province autonome di Trento e di Bolzano, oltre che alla Regione Trentino-Alto Adige/Sȕdtirol ed alle altre regioni ad autonomia differenziata.
Il punto più delicato è costituito dal fatto che, a differenza di altre occasioni, la normativa in questione non contiene una “clausola di salvaguardia” generale a favore delle autonomie a statuto speciale.

Continua leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>