Questo articolo è stato letto 0 volte

Madia: entro l’anno via libera ad Agenda per la semplificazione

<p>&laquo;Entro novembre presenteremo alla Conferenza unificata, con comuni e regioni, un’agenda per la semplificazione della Pubblica amministrazione, che poi sar&agrave; approvata definitivamente dal Cdm entro Natale, con azioni e provvedimenti che entreranno nella vita dei cittadini e delle imprese&raquo;. Lo ha sottolineato il ministro per la Pa Marianna Madia, a margine di un convegno della Cna. Parlando ai microfoni di Sky Tg24, Madia ha spiegato che non si tratta solo della digitalizzazione ma di un’azione &laquo;trasversale&raquo; che interesser&agrave; &laquo;fisco, edilizia e sanit&agrave;&raquo; con l’obiettivo di &laquo;semplificare effettivamente la vita dei cittadini&raquo;.</p>
<p><strong>Madia: entro l&rsquo;anno via libera ad Agenda semplificazione</strong> <br /> Il governo insomma spinge sul processo di digitalizzazione della pubblica amministrazione. &laquo;Entro Natale approveremo la norma relativa all’Agenda semplificazione&raquo;, all’interno del dl 90. Ad annunciarlo il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia al termine di un incontro con il presidente della Cna Daniele Vaccarino. &laquo;La norma &egrave; gi&agrave; stata esaminata nel pre consiglio dei ministri. Entro fine novembre andr&agrave; in conferenza unificata per essere approvato entro fine anno&raquo;, ha spiegato il ministro.</p>
<p><strong>Cna: ddl Madia giusta direzione, ma vedremo nel concreto </strong> <br />La riforma della Pubblica Amministrazione del Governo sembra &laquo;buona nei progetti e nelle strategie&raquo; ma &laquo;prima di esprimere soddisfazione vogliamo vedere nel concreto come si realizza&raquo;. &Egrave; quanto ha dichiarato invece il segretario generale della Cna, Sergio Silvestrini, commentando invece il ddl delega per la riforma della Pubblica Amministrazione. &laquo;Buono nei progetti e nelle strategie – ha detto Silvestrini incontrando i giornalisti in occasione di un convegno organizzato dalla Cna – la incalzeremo perch&eacute; i percorsi e i presupposti dai quali parte il ddl si realizzino&raquo;. Le intenzioni &laquo;sono certamente buone – ha aggiunto – e tutto ci&ograve; che potremo fare in quella direzione lo faremo ma ci attendiamo fatti concreti. Alcuni interventi ci indicano che siamo sulla strada giusta come l’agenzia per le imprese che e’ in sintonia con le nostre richieste ma occorre fare di pi&ugrave;&raquo;.</p>
<p><strong>Delega Pa all&rsquo;esame del Senato</strong> <br />La delega &egrave; ad ampio raggio e toccando gli snodi vitali del pubblico impiego (dalla dirigenza ai tempi di lavoro e ai controlli) e un suo eventuale insabbiamento equivarrebbe a un fallimento di tutta la riforma, iniziata con il decreto 90. Il provvedimento &egrave; all’esame della commissione Affari costituzionali del Senato.</p>

Fonte: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>