Questo articolo è stato letto 39 volte

Legittimo il licenziamento del dirigente in caso di rifiuto di un incarico meno remunerativo

legittimo-il-licenziamento-del-dirigente-in-caso-di-rifiuto-di-un-incarico-meno-remunerativo.jpg

di V. Giannotti (www.ilpersonale.it 23/6/2015)

La Corte di Cassazione ha avuto modo, recentemente, di occuparsi della legittimità del licenziamento di un dirigente pubblico, il quale si era rifiutato di assumere e sottoscrivere il contratto individuale per un incarico meno prestigioso di quello in precedenza ricoperto. Oltre a tale legittimità, i giudici di Palazzo Cavour, hanno dovuto occuparsi di altre tre questioni importanti, la prima avuto riguardo alla legittima composizione del commissione per le procedure disciplinari, la seconda circa il mancato parere del Comitato dei Garanti, e la terza in merito alla possibile violazione del diritto di difesa, per non avere la commissione riconvocato il dipendente in quanto malato nel giorno previsto per l’audizione. Tali questioni sono state affrontate nella Sentenza della Corte di Cassazione, sezione lavoro, n. 11790 pubblicata in data 8 giugno 2015. L’interesse di tale sentenza riguarda da vicino anche gli enti locali, in quanto i principi in essa enunciati sono agli stessi estensibili.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>