Questo articolo è stato letto 1.146 volte

Legge di Bilancio 2019: le disposizioni di interesse per il personale degli Enti locali

Approfondimento di Vincenzo Giannotti

Legge di Bilancio 2019 le disposizioni di interesse per il personale degli Enti locali

La legge 30 dicembre 2018, n.145, pubblicata in data 31 dicembre 2018 nella Gazzetta Ufficiale n. 302, avente ad oggetto “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021”, si compone di 1143 commi inseriti all’art.1. Si ricorda come l’iter iniziale ha visto l’approvazione da parte della Camera dei Deputati in data 8 dicembre 2018, successivamente trasmesso il testo al Senato ed approvato dallo stesso in data 23 dicembre 2018 con un maxiemendamento e ritrasmesso alla Camera dei deputati che, in data 30 dicembre 2018 (al fine di evitare l’esercizio provvisorio), ha approvato in seconda lettura e in via definitiva il testo emendato dal Senato.

Qui di seguito sono riassunti i principali aspetti riguardanti il personale degli Enti locali con relativa nota di commento riguardanti i seguenti commi:

  • Comma 124 avente ad oggetto “Personale utilizzato a tempo parziale da Enti locali diversi da quelli di appartenenza”;
  • Dal comma 270 al comma 272 aventi ad oggetto “Personale province e città metropolitane in materia di politiche attive del lavoro”;
  • Dal comma 360 al comma 365 aventi ad oggetto “Disposizioni in materia di procedure concorsuali nelle pubbliche amministrazioni”;
  • Dal comma 436 al comma 440 aventi ad oggetto “Rinnovo contrattuale dipendenti della PA periodo 2019-2021”;
  • Dal comma 446 al comma 449 aventi ad oggetto “Assunzione a tempo indeterminato di lavoratori socialmente utili o impegnati in attività di pubblica utilità”;
  • Dal comma 485 al comma 486 aventi ad oggetto “Misure di conciliazione vita-lavoro”;
  • Comma 905 avente ad oggetti “Disapplicazione di norme per i Comuni che approvano i bilanci entro i termini di legge”;
  • Comma 1091 avente ad oggetto “Riscossione TARI”.

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>