Questo articolo è stato letto 679 volte

Le visite fiscali e la certificazione medica

Approfondimento di C. Dell'Erba

malattia

Le visite fiscali possono essere anche ripetute nel corso della stessa malattia ed essere disposte direttamente dall’Inps. Gli esiti di tali visite sono disponibili, unicamente per i soggetti abilitati, tramite il sito Inps. Per la certificazione medica non veritiera, oltre alla responsabilità penale ed a quella disciplinare, matura anche la imputabilità nei processi contabili, con riferimento sia alla percezione illegittima del trattamento economico non dovuto sia al danno all’immagine dell’ente. Tale responsabilità si estende anche al medico che redatto con colpa grave la certificazione.

Il decreto della funzione pubblica

Le possibilità di effettuare più visite fiscali nel corso della stessa malattia e per l’Inps di disporle direttamente, anche senza la richiesta della PA datore di lavoro sono gli elementi di maggiore rilievo contenuti nel Decreto del Dipartimento della Funzione Pubblica 17 ottobre 2017 “Regolamento recante modalità per lo svolgimento delle visite fiscali e per l’accertamento delle assenze dal servizio per malattia, nonché l’individuazione delle fasce orarie di reperibilità, ai sensi dell’articolo 55-septies, comma 5-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”…

>> Continua a leggere l’articolo <<

 

Consigliamo il VOLUME:

La giustificazione delle assenze negli enti locali

La giustificazione delle assenze negli enti locali

Livio Boiero, 2017, Maggioli Editore
La materia delle assenze nel pubblico impiego è variegata ed è disci- plinata in diversi provvedimenti legislativi e contrattuali. Alcuni degli stessi, negli ultimi anni, sono stati più volte oggetto di modifiche e di interventi da parte del legislatore; il pensiero va, segnatamente, alla...

68,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>