Questo articolo è stato letto 593 volte

Le novità del conto annuale del personale

Approfondimento di Carlo Dell'Erba

Le novità del conto annuale del personale

Adeguamento alle previsioni dettate dai contratti collettivi nazionali di lavoro; calcolo del tetto del salario accessorio sommando i fondi per le risorse decentrate, per lo straordinario e per le posizioni organizzative; riproposizione dei vincoli alla limitata retroattività delle progressioni economiche e formalizzazione del tetto del 50%; censimento del personale stabilizzato e del personale comandato per lo svolgimento di attività esternalizzate. Sono queste alcune delle più importanti novità contenute nel conto annuale del personale del 2018, adempimento che impegnerà in misura assai elevata gli uffici del personale fino alla metà del mese di giugno.

Le prescrizioni generali

Si deve subito sottolineare che la circolare, come già avvenuto lo scorso anno e sempre per il lungo periodo che è stato necessario alla Funzione Pubblica per dare il suo concerto, è stata emessa con notevole ritardo e che questo determina lo spostamento al 15 giugno del termine entro cui tutte le PA devono trasmettere alla Ragioneria Generale dello Stato attraverso il sistema SICO il conto annuale. Già dallo scorso 16 maggio queste informazioni possono essere trasmesse alla RGS in modalità telematica.
La circolare illustrativa è quella della RGS n. 15 del 16 maggio “Il conto annuale 2018 – Rilevazione prevista dal titolo V del d.lgs. n. 165/2001”, un documento che – come negli anni passati – si presenta come assai denso di indicazioni.
L’invio è consentito esclusivamente in modalità telematica e continua a non essere in alcun modo possibile l’invio tramite documenti cartacei. Occorre ricordare che il conto annuale del personale contiene, come ormai avviene da alcuni anni, anche le informazioni sul censimento del personale degli Enti locali del Ministero dell’Interno.
Le amministrazioni devono individuare i responsabili del procedimento, che hanno il compito di sovrintendere alla compilazione ed alla trasmissione. La circolare suggerisce inoltre di indicare un referente, che potrà essere contattato dalla RGS per fornire gli eventuali.

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI.

Il rapporto di lavoro pubblico

Il rapporto di lavoro pubblico

Angelo Capalbo, 2019, Maggioli Editore
Il volume tratta il percorso normativo che ha interessato la disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni. Il processo riformatore ebbe inizio con la legge n. 421 del 1992, quale strumento di rimedio per uscire dalla crisi economica e nel corso degli anni la...

79,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>