Questo articolo è stato letto 12 volte

Le conseguenze dell’illegittima composizione della composizione di concorso

le-conseguenze-dellillegittima-composizione-della-composizione-di-concorso.jpeg

G. Crepaldi (www.ilpersonale.it 7/11/2012)

La giurisprudenza amministrava, pacificamente, afferma che qualora la commissione di concorso per posti a pubblico impiego sia illegittimamente formata, si genera il vizio di incompetenza relativa. Si tratta di un vizio di legittimità che può essere fatto valere mediante l’impugnativa davanti al giudice amministrativo.
Occorre, tuttavia, comprendere quale sia il momento in cui è ammissibile la reazione processuale mediante la proposizione del ricorso. E’ ben vero, infatti, che sin dal momento della conoscenza dell’emanazione dei provvedimenti di nomina dei commissari è percepibile il vizio e dunque sarebbe possibile esperire il ricorso. Anzi, potrebbe sostenersi che da questo momento decorra il termine di decadenza per l’impugnazione. Non dovrebbe essere richiesto, infatti, di provare che l’illegittima composizione della commissione giudicatrice abbia effettivamente avuto una concreta ed effettiva incidenza negativa sul successivo svolgimento del concorso e, in particolare, sulla valutazione dei titoli e delle prove del candidato che impugna.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>