Questo articolo è stato letto 80 volte

Le assunzioni di personale nelle società controllate

Approfondimento di Carlo Dell'Erba

Le assunzioni di personale nelle società controllate

La spesa ed il numero delle assunzioni di personale a tempo indeterminato effettuate dalle società partecipate o controllate dagli Enti locali non produce effetti né sulle capacità assunzionali né sulla spesa del personale delle amministrazioni proprietarie. Gli Enti sono chiamati dal legislatore a dettare principi e vincoli per le società, in modo che queste riducano le proprie spese di funzionamento e di personale.

Le disposizioni legislative

Il tema è disciplinato dagli articoli 19 e 25 del d.lgs. n. 175/2016. I punti essenziali della disciplina legislativa possono essere così riassunti:

  • Applicazione al personale delle società in controllo pubblico delle disposizioni del codice civile sul rapporto di lavoro subordinato. Dal che ne dobbiamo trarre la conseguenza che non si applicano a questo personale le disposizioni del d.lgs. n. 165/2001, che riguardano solamente i dipendenti delle PA;
  • I criteri e le modalità di reclutamento di tale dipendenti sono fissati dalle singole società, che devono dare applicazione ai principi di “trasparenza, pubblicità ed imparzialità” dettati dal legislatore per le assunzioni nelle PA, con la irrogazione della sanzione della nullità nel caso di eventuale inadempienza;
  • Gli enti locali fissano annualmente “obiettivi specifici, annuali e pluriennali, sul complesso delle spese di funzionamento, ivi comprese quelle per il personale, delle società controllate, anche attraverso il contenimento degli oneri contrattuali e delle assunzioni di personale e tenuto conto .. delle eventuali disposizioni che stabiliscono, a loro carico, divieti o limitazioni alle assunzioni di personale”, intendendo questi ultimi come dei vincoli alle assunzioni da parte delle società;
  • Le società controllate recepiscono con propri provvedimenti le indicazioni delle amministrazioni;
  • Si deve garantire la pubblicità di queste scelte tramite i siti internet delle amministrazioni e delle società;
  • Nel caso di reinternalizzazioni delle attività svolte dalle società le amministrazioni devono prioritariamente dare corso all’assunzione di coloro che erano dipendenti pubblici;

E’ stato dettato un vincolo alla ricognizione del personale in servizio per individuare le eventuali eccedenze, stabilendo il divieto di dare corso a nuove assunzioni da parte delle società fino al 30 giugno 2018, fatte salve autorizzazioni per profili infungibili.

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>