Questo articolo è stato letto 565 volte

La trasformazione dei part time

Approfondimento di C. Dell'Erba

ufficio_lavoro_permessi

Il numero dei dipendenti in part time è destinato ad aumentare a partire dal prossimo 1 gennaio 2018, cioè dal momento in cui i comuni e le altre PA possono dare corso alla stabilizzazione dei lavoratori precari sulla base delle previsioni di cui all’articolo 20 del D.Lgs. n. 75/2017 anche ricorrendo a questa collocazione.

Il ricorso ai part time – come ci dice la circolare della Funzione Pubblica n. 3/2017– può essere utilizzato per ampliare la platea dei soggetti che possono essere stabilizzati. La loro trasformazione a tempo pieno non costituisce un diritto dei dipendenti e comunque può essere disposta decorso l’arco temporale fissato dal contratto nazionale, cioè almeno 3 anni dalla assunzione.
Per le sezioni unite della Corte di Cassazione i contenziosi contro le mancate trasformazioni in presenza di assunzioni a tempo pieno nella stessa categoria, appartengono alla competenza del giudice ordinario.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>