Questo articolo è stato letto 555 volte

La riforma del pubblico impiego supera il concetto del fondo integrativo. Analisi dei nuovi vincoli

Approfondimento di V. Giannotti

pubblico_impiego

Il d.lgs.75/2017, mediante espressa abrogazione dell’art. 1 comma 236 della L.208/2015, ha precisato al secondo comma dell’art.23 come, a decorrere dal 1 gennaio 2017, l’ammontare complessivo delle somme destinate annualmente al trattamento accessorio del personale non può superare il corrispondente importo determinato per l’anno 2016, mentre al terzo comma, ha precisato come gli enti locali possono destinare apposite risorse alla componente variabile dei fondi per il salario accessorio, anche per l’attivazione dei servizi o di processi di riorganizzazione e il relativo mantenimento, nel rispetto dei vincoli di bilancio e di quelli riferiti alle spese di personale, in coerenza con la normativa contrattuale vigente per la medesima componente variabile, fermo restando il limite del non superamento del salario accessorio complessivo dell’anno 2016. Tali nuovi limiti finanziari per gli enti locali hanno due rilevanti conseguenze, la prima in riferimento alla mancata distinzione tra salario accessorio dei dirigenti con quelli del personale dei livelli, la seconda che viene superato il concetto del fondo delle risorse decentrate, con possibili rilevanti conseguenze sulla possibile distinzione tra risorse escluse e quelle incluse nel fondo che fino ad oggi hanno interessato il dibattito interpretativo contabile e del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il concetto di flessibilità del salario accessorio

Si ricorda come l’art.1 comma 236 della legge 208/2015 avevano precisato che “… a decorrere dal 1 gennaio 2016 l’ammontare complessivo delle risorse destinate annualmente al trattamento accessorio del personale, anche di livello dirigenziale,…non può superare il corrispondente importo determinato per l’anno 2015 ed è, comunque, automaticamente ridotto in misura proporzionale alla riduzione del personale in servizio, tenendo conto del personale assumibile ai sensi della normativa vigente”.

Continua a leggere l’articolo

Per maggiori approfondimenti, consulta lo SPECIALE sulla RIFORMA PUBBLICO IMPIEGO 2017
SCARICA IL NUOVISSIMO EBOOK:

copertina_giannotti

Guida pratica alla riforma del pubblico impiego 

Schede esplicative e di raffronto sulle modifiche apportate al TUPI dal D.lgs. 75/2017

di Vincenzo Giannotti

Il presente ebook analizza in modo dettagliato tutte le modifiche apportate dal decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75 al Testo Unico del Pubblico Impiego (TUPI), fornendo schede esplicative e di confronto.

 

scarica_ebook
Sei ABBONATO al sito?
SCARICA GRATIS L’EBOOK
acquista_online_icona
NON sei ABBONATO?
ACQUISTALO a € 9.90

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>