Questo articolo è stato letto 9 volte

L’Aran sul trattamento giuridico del personale

l-aran-sul-trattamento-giuridico-del-personale.jpg

di C. Dell’Erba (www.ilpersonale.it 3/6/2015)

Le ferie vanno arrotondate di un giorno in più se il resto è superiore alla metà; nel licenziamento con preavviso occorre che esso cominci a decorrere dal giorno 1 o dal 16, come previsto in tutti gli altri casi dal contratto nazionale; durante il periodo di aspettativa per ragioni personali i dipendenti non possono avviare una seconda attività. Sono queste alcune delle più importanti indicazioni suggerite dall’Aran, in risposta ai quesiti posti da comuni e da altri enti del comparto regioni ed autonomie locali nell’ambito della sua rinnovata attività di supporto alle amministrazioni. Ricordiamo che le risposte dell’Aran non costituiscono certamente una interpretazione autentica. Ma anche che esse hanno un notevole rilievo per le amministrazioni, visto che l’Aran svolge il ruolo di loro rappresentante amministrazioni nella contrattazione e, di conseguenza, come chiarito più volte dalla Corte dei Conti, l’applicare le sue indicazioni esonera l’amministrazione dal maturare di responsabilità amministrativa.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>