Questo articolo è stato letto 0 volte

Ipotesi CCNQ per la ripartizione dei distacchi e dei permessi alle organizzazioni sindacali rappresentative nelle autonome aree della dirigenza per il triennio 2013-2015

ipotesi-ccnq-per-la-ripartizione-dei-distacchi-e-dei-permessi-alle-organizzazioni-sindacali-rappresentative-nelle-autonome-aree-della-dirigenza-per-il-triennio-2013-2015.jpeg

In data 30 luglio 2013 è stata sottoscritta l’Ipotesi di CCNQ per la ripartizione delle prerogative sindacali alle organizzazioni sindacali rappresentative nelle Aree dirigenziali per il triennio 2013-2015.

Si tratta di un importante risultato giunto dopo gli infruttuosi tentativi di definire gli analoghi accordi riferiti ai bienni 2006-2007 e 2008-2009.

L’ipotesi in parola distribuisce i contingenti dei permessi e dei distacchi sindacali tra le confederazioni ed organizzazioni rappresentative nelle Aree di contrattazione collettiva nel triennio 2013-2015. Le citate prerogative, infatti, competono, ai sensi dell’art. 43, comma 6 del d.lgs. n. 165 del 2001, esclusivamente sulla base del grado di rappresentatività, tenendo conto della diffusione territoriale e della consistenza delle strutture organizzative delle associazioni sindacali.

L’ipotesi inoltre applica, per la prima volta in via contrattuale, la decurtazione del 15% prevista dal D.M. 23 febbraio 2009 per tutti i settori ad eccezione di regioni, autonomie locali e servizio sanitario nazionale.

Ipotesi CCNQ 30 luglio 2013 .pdf

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>