Questo articolo è stato letto 417 volte

Incentivi tecnici: guida operativa alla disciplina a seguito della deliberazione della Corte dei conti, Sez. Autonomie n. 6/2018

Strumenti operativi

La corretta interpretazione contrattuale del ritorno a tempo pieno di un dipendente in part-time

Le disposizioni introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 hanno indotto la Sezione delle Autonomie della Corte dei conti, con la deliberazione n. 6/2018, a considerare gli incentivi tecnici al di fuori del fondo delle risorse decentrate, con conseguente deroga ai rigidi limiti delle disposizioni previste dall’art. 23, comma 2, del d.lgs. 75/2017 che non permettono di superare le risorse decentrate dell’anno 2016.

La spesa di tali incentivi, pertanto, a partire da tutte le gare indette dal 1 gennaio 2018 troverà la sua collocazione nel quadro economico dell’opera pubblica o servizio/fornitura con conseguente allocazione delle risorse economiche accantonate in uno specifico fondo che potrà essere distribuito, al personale individuato nel regolamento, nel limite dell’80% degli importi accantonati per singola opera pubblica o servizi e forniture (in presenza del direttore dell’esecuzione).

La giurisprudenza amministrativa e contabile ha, inoltre, stabilito che, in mancanza del regolamento, gli enti non possano distribuire gli incentivi tecnici, con la conseguenza che, in presenza di una prima approvazione del regolamento effettuato dopo il 1 gennaio 2018, possono essere distribuiti i fondi accantonati al personale partecipante per tutte le opere le cui gare sono state indette dopo il d.lgs. 50/2016, senza che tali risorse incidano sui limiti del salario accessorio e quindi sui vincoli di incremento delle risorse decentrate. Al contrario, in presenza di un regolamento adottato dopo il d.lgs. 50/2016 ma prima dell’efficacia della Legge di Bilancio 2018, solo le gare indette a partire dall’1 gennaio 2018 saranno poste al di fuori del salario accessorio.

Sulla base di tali elementi, anche a fronte della recente giurisprudenza amministrativa e contabile, al fine di evitare possibili errori e/o una distribuzione di risorse non consentita, Maggioli Editore ha predisposto:
a) un ebook con il compito di guidare l’operatore nella recente evoluzione della normativa;
b) una bozza dei criteri da prevedere in sede di contrattazione decentrata;
c) una bozza di deliberazione di giunta comunale sul regolamento degli incentivi tecnici che parta dall’esito positivo della contrattazione;
d) una bozza di regolamento sugli incentivi tecnici.

Il tutto è contenuto in un unico comodo strumento operativo firmato dal nostro esperto Vincenzo Giannotti: il Pacchetto sugli incentivi tecnici – Guida operativa alla disciplina a seguito della deliberazione n. 6/2018.

>> CONSULTA TUTTE LE INFORMAZIONI INTEGRATIVE QUI.

Pacchetto sugli incentivi tecnici

Pacchetto sugli incentivi tecnici

Vincenzo Giannotti, 2018, Maggioli Editore
Le nuove disposizioni introdotte dalla legge di bilancio 2018 hanno indotto la Sezione delle Autonomie, con la deliberazione n. 6/2018, a considerare gli incentivi tecnici al di fuori del fondo delle risorse decentrate, con conseguente deroga ai rigidi limiti delle disposizioni previste...

49,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>