Questo articolo è stato letto 2 volte

In G.U. il testo coordinato del decreto 101 convertito dalla legge 125

in-gu-il-testo-coordinato-del-decreto-101-convertito-dalla-legge-125.jpeg

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 255 del 30 ottobre 2013 il Testo del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, (in Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 204 del 31 agosto 2013), coordinato con la legge di conversione 30 ottobre 2013, n. 125, recante: “Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni”.

LEGGE 30/10/2013, n. 125

Dal primo gennaio, insomma, nei concorsi indetti dagli enti pubblici, statali e non solo, il 50% dei posti saranno riservati a ex dipendenti – o attuali subordinati – della pubblica amministrazione che abbiano svolto almeno 3 anni di servizio negli ultimi 5 e ancora sprovvisti di contratto a tempo indeterminato.

La disposizione rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2016, così come la validità delle graduatorie a esaurimento, che verrà prorogata alla medesima scadenza.

Ma chi saranno i destinatari delle misure contenute nel decreto 101? Il ministro per la Funzione pubblica D’Alia, ieri, ha cercato di illustrare io possibili beneficiari del provvedimento, indicando che “gli interessati dalle nuove procedure saranno prorogati, mentre per gli altri i contratti scadranno secondo il singolo rapporto contrattuale, perché non ci possono essere ulteriori proroghe”.

Dunque, i contratti a termine in corso potranno essere prorogati proprio per consentire la stabilizzazione dei lavoratori interessati, per quanto ogni singolo ente non possa sforare i parametri di bilancio e di spesa per il personale , che per i Comuni si confermano al 40% del mancato esborso in buste paga ed emolumenti rispetto ai ritiri dell’anno precedente. Rimangono i divieti assoluti di assunzioni per chi non rispetta il Patto di stabilità così come per gli enti o società in house che spendono più del 50% delle uscite correnti in personale.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>