Questo articolo è stato letto 0 volte

Il personale pubblico nella legge di stabilità 2013

il-personale-pubblico-nella-legge-di-stabilita-2013.jpg

di C. Dell’Erba (www.ilpersonale.it 7/1/2013)

Ancora una volta sono numerose le novità dettate in materia di personale dalla legge di stabilità (legge n. 228/2012). Ma a differenza delle previsioni degli ultimi anni, il concorso dei dipendenti pubblici al raggiungimento degli obiettivi di contenimento della spesa è tutto sommato assai limitato. È questa une tendenza già emersa negli ultimi mesi (basta ricordare che con il d.l. n. 95/2012, la manovra estiva o c.d. spending review, le misure per il personale erano limitate, fatta salva la previsione della messa in esubero di alcune migliaia di dipendenti pubblici). Alla base del mutamento di rotta la constatazione che le manovre estive degli anni precedenti hanno consentito, come dimostrato dal conto annuale del personale del 2011 e dal censimento del personale degli enti locali sempre del 2011, di raggiungere significativi risultati di contenimento della spesa per il personale delle PA. Si deve segnalare che non vi sono invece elementi che vadano nella direzione dell’allentamento di tali vincoli.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>