Questo articolo è stato letto 1.018 volte

Il differenziale retributivo nella mobilità volontaria

Approfondimento di V. Giannotti

mobilità

La Suprema Corte affronta la problematica relativa al passaggio di dipendenti pubblici tra amministrazioni diverse, seguendo il principio del divieto della reformatio in peius, ovvero il diritto del lavoratore a conservare la retribuzione più alta goduta presso l’amministrazione di provenienza a seguito del citato passaggio, mediante la corresponsione di un assegno ad personam.

Il Caso

Il caso concreto riguarda il passaggio di un dipendente, appartenente ad un Comune, che si era trasferito per mobilità presso l’Agenzia delle Dogane, il quale reclamava una minore retribuzione ricevuta nell’ente di destinazione. Sul punto sia il Tribunale di prime cure che i giudici di Appello avevano negato la citata differenza retributiva, in quanto nel calcolo effettuato dal dipendente era stata omessa la percezione della indennità di agenzia (corrispondente alla indennità di amministrazione dei Ministeri), la quale presentando i caratteri della fissità e continuità avrebbe al contrario dovuto essere inclusa nel calcolo e come tale non residuavano somme retributive ulteriori da reclamare.

I principi che regolano la mobilità volontaria

La Suprema Corte, cui il dipendente si era rivolto per far valere le proprie ragioni, conferma i principi consolidati in tema di mobilità di personale tra amministrazioni pubbliche diverse…

Continua a leggere l’articolo

 

SCARICA IL NUOVISSIMO EBOOK:

copertina_giannotti

Guida pratica alla riforma del pubblico impiego 

Schede esplicative e di raffronto sulle modifiche apportate al TUPI dal D.lgs. 75/2017

di Vincenzo Giannotti

Il presente ebook analizza in modo dettagliato tutte le modifiche apportate dal decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75 al Testo Unico del Pubblico Impiego (TUPI), fornendo schede esplicative e di confronto.

 

scarica_ebook
Sei ABBONATO al sito?
SCARICA GRATIS L’EBOOK
acquista_online_icona
NON sei ABBONATO?
ACQUISTALO a € 9.90

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>