Questo articolo è stato letto 68 volte

Il Commento – La costituzione e la revisione dei fondi per le risorse decentrate

il-commento-la-costituzione-e-la-revisione-dei-fondi-per-le-risorse-decentrate.jpeg

di C. Dell’Erba (www.ilpersonale.it 9/11/2015)

I fondi per le risorse decentrate dei dipendenti e dei dirigenti per l’anno 2015 acquistano un significativo rilievo in quanto siamo in presenza di un anno ponte tra due blocchi. Si deve ricordare che fino allo scorso 31 dicembre si è applicato l’articolo 9, comma 2 bis, del d.l. n. 78/2010. Esso prevedeva che i fondi degli anni dal 2011 al 2014 non potevano superare il tetto del fondo del 2010 e dovevano essere decurtati in misura proporzionale alla diminuzione del personale in servizio. Il disegno di legge di stabilità 2016 attualmente all’esame del Senato prevede un analogo blocco, con riferimento al fondo dell’anno 2015, fino a che non saranno stati emanati i decreti attuativi della legge n. 124/2015, cd riforma Madia. Una disposizione che, ricordiamo, prevede la riscrittura delle disposizioni che disciplinano le relazioni sindacali nel pubblico impiego.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>