Questo articolo è stato letto 18 volte

Il Commento – Inquadramenti, permessi e turni: le indicazioni dell’Aran

il-commento-inquadramenti-permessi-e-turni-le-indicazioni-dell-aran.jpeg

di C. Dell’Erba (www.ilpersonale.it 16/11/2015)

Le categorie B e D continuano ad essere caratterizzate dalla presenza di due posizioni di inquadramento giuridico iniziale. I permessi per il diritto allo studio, le cd 150 ore, devono essere goduti nel corso dell’anno e non sono ridotti nel caso di richiesta presentata in una fase avanzata dello stesso. La turnazione può validamente essere istituita per 5, 6 o 7 giornate settimanali, ma deve comunque comprendere anche le festività infrasettimanali. Con una “raffica” di risposte pubblicate lo scorso 6 novembre, l’Aran ha dato risposta a numerosi quesiti posti da amministrazioni locali e regionali.
Un tratto comune di tutte queste risposte è la riaffermazione degli spazi che sono riservati alla contrattazione nazionale. In tali materie non è consentita nessuna “incursione” alla contrattazione collettiva decentrata integrativa. La regolamentazione da parte delle singole amministrazioni è da considerare consentita solamente per la disciplina di aspetti procedurali ed operativi, mentre è da considerare preclusa ogni possibilità di modificare in profondità le scelte contenute nei contratti decentrati.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>