Questo articolo è stato letto 136 volte

Il Commento – I presupposti del mobbing alla luce di una recente sentenza della Cassazione

il-commento-i-presupposti-del-mobbing-alla-luce-di-una-recente-sentenza-della-cassazione.jpg

di V. Giannotti (www.ilpersonale.it 23/2/2016)

Non rientrano nelle ipotesi del mobbing la cattiva organizzazione del lavoro, l’attivazione di procedimenti disciplinari, il diniego di un eventuale trasferimento per incompatibilità ambientale, eventuali procedimenti penali ottenuti a fronte delle condizioni precarie di lavoro, i malesseri psicologici avuti dalla dipendente e certificati da medici competenti, in quanto per la Suprema Corte quello che conta per la qualificazione del fenomeno del mobbing sono i seguenti presupposti:
a) una serie di comportamenti di carattere persecutorio – illeciti o anche leciti se considerati singolarmente – che, con intento vessatorio, siano posti in essere contro la vittima in modo miratamente sistematico e prolungato nel tempo, direttamente da parte del datore di lavoro o di un suo preposto o anche da parte di altri dipendenti, sottoposti al potere direttivo dei primi;
b) l’evento lesivo della salute, della personalità o della dignità del dipendente;
c) il nesso eziologico tra le descritte condotte e il pregiudizio subito dalla vittima nella propria integrità psico-fisica e/o nella propria dignità;
d) l’elemento soggettivo, cioè l’intento persecutorio unificante di tutti i comportamenti lesivi.
Tali sono le conclusioni a cui pervengono i giudici di Palazzo Cavour con la sentenza 15 febbnraio 2016, n. 2920.

Continua a leggere l’articolo

 

Come si redige il Documento unico di programmazione (DUP) Versione ordinaria e semplificata

La legge di stabilità 2016

di Elisabetta Civetta

L’analisi delle disposizioni in materia fiscale, di bilancio, contabilità, patto di stabilità, gestione, tributi locali e personale, in questo manuale che si apre con la mappa di tutte le novità contenute nella legge di stabilità 2016, favorendo l’immediato inquadramento delle modifiche intervenute e, grazie al rinvio alle pagine di commento, l’agevole consultazione del dettaglio operativo.

Strutturato in sezioni omogenee in materia di: 1. bilancio, contabilità, patto di stabilità e gestione, 2. aspetti fiscali, 3. personale, 4. tributi locali, 5. disposizioni varie, il testo si avvale della competenza e dell’esperienza di Elisabetta Civetta.

» Acquista Subito

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>