Questo articolo è stato letto 436 volte

I rapporti fra il procedimento disciplinare e il procedimento penale

Approfondimento di L. Boiero

Questioni sull’insubordinazione nel pubblico impiego

Con  una recente decisione – Cass. civ. Sez. lavoro, Sent.  19/10/2017, n. 24752 –  a sommesso parere di chi scrive, la Suprema Corte  solleva un importante problema inerente le ultime modifiche apportate all’art. 55 ter del D.lgs n. 165/2001,  riguardante  i rapporti fra il procedimento disciplinare e  il  procedimento penale.
Vediamo preliminarmente i fatti.
La Corte di Appello aveva  confermato la pronuncia di primo grado con la quale era stata  accolta l’impugnativa del licenziamento disciplinare proposta da un dipendente nei confronti  del proprio datore di lavoro  Poste Italiane Spa.
La Corte territoriale aveva  condiviso l’iter argomentativo svolto dal primo giudice affermando che, con il contestato provvedimento espulsivo, la società aveva reiterato l’esercizio del potere punitivo in relazione a fatti già contestati e sanzionati con una precedente sospensione dal servizio e dalla retribuzione per giorni dieci, “in tal guisa consumando un potere disciplinare che, una volta esercitato, non può essere nuovamente attivato per gli stessi fatti già sanzionati”.
Per la cassazione di tale sentenza ha proposto ricorso Poste Italiane Spa con due motivi.

Continua a leggere l’articolo

 

Per maggiori approfondimenti in materia di POTERE DISCIPLINARE consulta il nostro SPECIALE

 


NOVITA’ EDITORIALE:
La riforma del pubblico impiego e della valutazione

La riforma del pubblico impiego e della valutazione

Arturo Bianco, Alessandro Boscati, Renato Ruffini , 2017, Maggioli Editore
Costituzione del fondo per la contrattazione decentrata del personale e dei dirigenti, anche alla luce dei tetti e dei tagli dettati dalla normativa; ripartizione delle risorse per la incentivazione del personale, applicazione della produttività e delle altre forme di incentivazione del...

40,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>