Questo articolo è stato letto 14 volte

I piani di razionalizzazione: unico strumento per la integrazione del fondo

i-piani-di-razionalizzazione-unico-strumento-per-la-integrazione-del-fondo.jpg

di C. Dell’Erba (www.ilpersonale.it 28/10/2013)

L’articolo 9, comma 2 bis, del d.l. n. 78/2010 prevede che vi sia un tetto al fondo per la contrattazione collettiva decentrata integrativa dei dipendenti e dei dirigenti pubblici: la consistenza dell’analogo fondo nel 2010. In via interpretativa è stato chiarito dalle sezioni riunite di controllo della Corte dei Conti che questo vincolo può essere derogato solamente nei seguenti casi: risorse destinate alla incentivazione del personale degli uffici tecnici per la realizzazione di opere pubbliche e la progettazione di strumenti urbanistici, ex articolo 92 del d.lgs. n. 163/2006; risorse destinate agli avvocati dipendenti dell’ente nel caso di contenziosi condotti con successo e con condanna dell’altra parte al pagamento delle spese legali; risorse trasferite dall’Istat per il censimento; risparmi provenienti dal fondo dell’anno precedente; risparmi provenienti dal fondo per il lavoro straordinario degli anni precedenti e piani di razionalizzazione ex articolo 16 d.l. n. 98/2011.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>