Questo articolo è stato letto 262 volte

Dirigenza PA: osservazioni e proposte di Anci Lombardia sul decreto Madia

dirigenti-pa

Con comunicato del 21/09/2016 l’ANCI Lombardia rende noto che il decreto attuativo della Legge Madia, n. 124/2015, sulla dirigenza pubblica nella PA ha delle ricadute importanti sia per quanto concerne le figure apicali nei piccoli Comuni che andranno a sostituire la figura del segretario comunale, sia in merito al nuovo assetto dei dirigenti a tempo indeterminato presenti nei medi e grandi Comuni.

Considerando il rilievo della Legge, Anci Lombardia ha pertanto predisposto una nota riassuntiva delle criticità e delle proposte in merito al provvedimento.

Il documento, approvato dall’Assemblea regionale dell’Associazione riunitasi lo scroso 19 settembre, pone le basi per il lavoro intrapreso da Anci Lombardia per elaborare le prime proposte emendative da sottoporre ai parlamentari delle Commissioni competenti.

LEGGI le PRIME NOTE al decreto Madia su “dirigenza enti locali”

 

Novità editoriale:

procedimento_disciplinare

Il procedimento disciplinare nel pubblico impiego

di Livio Boiero

Il volume risulta importante sia per il datore di lavoro, che deve applicare le sanzioni, sia per il dipendente che si trova coinvolto in un procedimento disciplinare, al fine di impostare correttamente la propria difesa.
Il lavoro prende in considerazione anche le ultime novità in materia di whistleblowers e delle azioni del Governo assunte per contrastare il fenomeno del c.d. “furbetto del cartellino”.

Immagine 1

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>