Questo articolo è stato letto 15 volte

Dipendenti pubblici e videosorveglianza nelle strutture

dipendenti-pubblici-e-videosorveglianza-nelle-strutture.jpeg

di  G. Crepaldi (www.ilpersonale.it 16/3/2012)

L’art. 4 della legge 20 maggio 1970, n. 300, vieta l’uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori. Gli impianti e le apparecchiature di controllo che siano richiesti da esigenze organizzative e produttive ovvero dalla sicurezza del lavoro, ma dai quali derivi anche la possibilità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori, possono essere installati soltanto previo accordo con le rappresentanze sindacali aziendali, oppure, in mancanza di queste, con la commissione interna.

Sul tema è intervenuto il provvedimento generale 29 aprile 2004 del Garante della privacy che stabilisce le regole da rispettare nelle attività di videosorveglianza effettuate nell’ambito dei rapporti di lavoro.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>