Questo articolo è stato letto 3 volte

Controllo giudiziale delle sanzioni disciplinari

controllo-giudiziale-delle-sanzioni-disciplinari.jpeg

di R. Squeglia (www.ilpersonale.it 24/2/2012)

Una recentissima pronuncia della sezione lavoro della Suprema Corte di Cassazione (3 febbraio 2012, n. 1632) riassume egregiamente i termini della questione, sempre attuale, sui limiti del controllo giudiziale in materia di sanzioni disciplinari nel pubblico impiego privatizzato, chiarendo che il principio guida, in materia, è costituito dalla esclusiva rilevanza dei fatti posti a base della sanzione disciplinare, a nulla rilevando né la qualificazione che di essa sia stata fatta dal datore di lavoro né tantomeno l’eventualmente erroneo riferimento a norme, legali o pattizie, compiuto dal medesimo in sede di irrogazione della sanzione.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>