Questo articolo è stato letto 1 volte

Confsal-Unsa, manovra troppo pesante per le tasche dei lavoratori

confsal-unsa-manovra-troppo-pesante-per-le-tasche-dei-lavoratori.jpeg

Per Massimo Battaglia, segretario generale Confsal-Unsa, la manovra finanziaria “si traduce ancora una volta in una penalizzazione fortissima e insostenibile per i lavoratori dei ministeri”. In questi anni, si legge in una nota del sindacato, la federazione Confsal-Unsa ha dimostrato con i fatti e i risultati di saper percorrere nei momenti difficili per il Paese la strada della responsabilità e del dialogo privilegiandola rispetto a quella della protesta e della piazza.

Il nuovo congelamento stipendiale e il nuovo blocco del turn over, osserva il sindacato, si vanno a sommare alle pesantissime norme che riducono le detrazioni fiscali (i cui effetti saranno percepiti l’anno prossimo), e all’aumento dei costi della sanità (i cui effetti sono immediati).

Battaglia ribadisce con forza il dissenso della Confsal-Unsa a questa manovra, “troppo pesante per le tasche dei lavoratori, a fronte delle risorse recuperabili dall’evasione per 150 miliardi annui e dallo sradicamento dei costosissimi sprechi di denaro pubblico”.

“Per questo – spiega il segretario generale – la federazione Confsal-Unsa lancia a settembre con la collaborazione delle proprie strutture territoriali e di tutti i lavoratori una propria operazione trasparenza per denunciare ministero per ministero tutte quelle spese inutili che sottraggono risorse dirottabili sul rinnovo del contratto“.

“Mi riferisco – sottolinea Battaglia – a consulenze, collaborazioni esterne, auto-blu costosissime (sia per il mezzo che per il personale di scorta) e esternalizzazzioni. Stiamo parlando di molte attività realizzabili dal personale in servizio nei ministeri. Puntare sul personale significa spendere meno, spendere meglio e recuperare risorse, a tutto vantaggio dell’amministrazione pubblica e della società”.

(FONTE: www.ilpersonale.it)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>