Questo articolo è stato letto 833 volte

Assunzioni e mobilità delle regioni e degli enti locali. ripristino dell’ordinario regime di reclutamento

mobilità

Dai dati acquisiti sul Portale, in relazione alla assenza o all’esiguo numero di personale in soprannumero degli enti di area vasta da ricollocare nella fase 2, ai sensi dell’art. 1, comma 234, della L. 208/2015, sono ripristinate le facoltà di assunzione e le procedure di mobilità delle Regioni Basilicata, Piemonte e Sardegna e degli enti locali che insistono sul loro territorio.

Per la regione Toscana, dato l’esiguo numero di personale di polizia provinciale in soprannumero da assegnare nella fase 2, sono ripristinate le facoltà di assunzione e le procedure di mobilità previste dalla normativa vigente per il personale della Polizia municipale.

Per gli enti e le aziende del Servizio sanitario nazionale di tutte le regioni rimangono fermi gli obblighi ad assumere con procedure di mobilità il personale della CRI di cui all’art. 6, comma 7, del D. Lgs. 178/2012.

Per tutte le informazioni si rinvia alla nota dell’Ufficio per l’organizzazione ed il lavoro pubblico n. 42335 dell’11/08/2016.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>