Questo articolo è stato letto 0 volte

Assegnati a Roma gli Oscar della PA

assegnati-a-roma-gli-oscar-della-pa.jpg

Alla presenza di Graziano Delrio, Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, sono stati consegnati, presso il Senato della Repubblica, i premi alle migliori rendicontazioni degli enti locali e delle aziende sanitarie pubbliche riconosciute meritevoli dalla Giuria dell’Oscar di Bilancio della Pubblica Amministrazione 2013, presieduta da Dino Piero Giarda:

Per gli Enti Locali, gli Oscar di categoria sono andati alla Regione Basilicata, alla Provincia di Trieste, al Comune di Udine per i Comuni capoluogo, al Comune di Merano per quelli non capoluogo.

Per quanto riguarda la Sanità pubblica sono stati premiati l’Azienda AUSL di Ferrara per le aziende territoriali e per le ospedaliere l’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo di Potenza.

I finalisti sono stati per quanto riguarda gli Enti Locali: Provincia di Gorizia e Provincia di Firenze; Comune di Bari per i Comuni capoluogo; Comune di Fano e Comune di Castelnuovo del Garda per quelli non capoluogo.

Nell’ambito della Sanità pubblica, i finalisti sono risultati per il premio ASL l’Azienda ULSS 4 Alto Vicentino, e per il premio AO l’IRCCS Fondazione Pascale di Napoli e l’Azienda Ospedaliera di Lecco.

Quest’anno l’Oscar di Bilancio della Pubblica Amministrazione, come spiega il comunicato FERPI, intendeva prendere in esame tutte le 15 Regioni italiane a statuto ordinario per poter ottenere una percezione d’insieme e acquisire maggiori elementi di tendenza. L’esame si è poi ristretto alle Regioni che avevano approvato (sia in Giunta che in Consiglio) i bilanci entro i termini regolari ed entro le scadenze previste per la partecipazione al Premio, tenendo anche in considerazione il giudizio di parifica della Corte dei Conti (previsto dal D.L. 174/12, convertito in legge 213/12).

L’obiettivo per la prossima edizione rimane quello di esaminare tutti i bilanci delle Regioni a statuto ordinario, auspicabilmente approvati e pubblicati nei rispettivi siti più celermente.

Nell’esame delle Commissioni e della Giuria si sono anche tenute in conto le indicazioni espresse dal D.L. 33/2013 riguardante gli obblighi di trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni rilevanti per attivare un nuovo tipo di accesso civico e abilitare nuovi meccanismi di partecipazione e collaborazione tra P.A. e cittadini.

“Amministrare correttamente le risorse pubbliche con efficienza e trasparenza è possibile ed è pratica comune in molte pubbliche amministrazioni italiane. L’Oscar di Bilancio della Pubblica Amministrazione promosso da Ferpi ne è la dimostrazione. Da Nord a Sud, dai piccoli comuni alle Regioni, l’impegno alla trasparenza e alla rendicontazione percorre l’Italia. E’ questo un dovere nei confronti dei cittadini e delle cittadine, tanto più oggi che, nella carenza di risorse pubbliche e nella difficoltà delle famiglie, ogni risorsa ed ogni azione pubblica debbono essere impiegate al massimo delle loro potenzialità, per ingenerare un circolo virtuoso e ricadute positive. Oltre ad essere una buona prassi, – ha concluso il Ministro Delrio – sono convinto che la rendicontazione debba animare anche lo spirito della riforma che riguarda le istituzioni del nostro Paese”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>