Questo articolo è stato letto 0 volte

Ancora sulle pensioni dei dipendenti pubblici

ancora-sulle-pensioni-dei-dipendenti-pubblici.jpg

di S. Oddo Casano (www.ilpersonale.it 5/7/2012)

Come si ricorderà, il cambiamento del sistema di calcolo delle pensioni (da retributivo a contributivo) ha causato un vero e proprio “terremoto” nel sistema previdenziale pubblico: ha significato, infatti, non una mera variazione nelle modalità dei calcoli pensionistici ma una reale riduzione del tasso di copertura previdenziale derivante dalla previdenza obbligatoria (il primo pilastro).
E’ da quel momento in poi (correva l’anno 1995…) che l’esigenza di una previdenza complementare, non sostitutiva ma aggiuntiva a quella obbligatoria, è stata sempre più evidente; purtroppo, tale evidenza è stata compresa fino in fondo soltanto dagli addetti ai lavori mentre i più diretti interessati, i lavoratori dipendenti pubblici, ancora oggi stentano a capire gli effettivi vantaggi di questa soluzione.

Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>