Questo articolo è stato letto 223 volte

Anagrafica del personale transitato presso gli enti locali a seguito di mobilità/stabilizzazione

Conseguenze in caso di mobilità aperta ad altri comparti e l’equivalenza dei profili professionali

Il Ministero dell’Interno, con comunicato del 5 febbraio 2018, rende noto che sul sito istituzionale del Ministero stesso è possibile consultare, accedendo con le credenziali in possesso di ciascun ente, l’elenco dei nominativi di tutto il personale eventualmente transitato presso l’ente stesso, distinto a secondo della procedura di stabilizzazione/mobilità.

Dove consultare i dati

Nell’Area Certificati (TBEL, altri certificati), del sito del Ministero dell’interno, selezionando la voce Accedi al Sistema di trasmissione delle certificazioni, è possibile, dopo aver inserito le credenziali di accesso, già in possesso di ciascun ente, entrare nella sezione Consultazione area trasferimenti erariali – Personale in mobilità ove sono visualizzabili i nominativi di tutto il personale eventualmente transitato presso l’ente stesso, distinto a secondo della procedura di stabilizzazione/mobilità che ne ha disciplinato il trasferimento.

Come leggere i dati

Per ogni singola unità di personale viene anche riportato il corrispondente importo del contributo assegnato all’ente stesso. L’insieme degli importi attribuiti per ogni dipendente determina l’ammontare complessivo della spettanza giuridica del contributo annuale, assegnata a ciascun ente, visualizzabile sempre sul sito istituzionale della Direzione Centrale, nell’area Banche dati degli enti locali – Trasferimenti erariali e Attribuzioni di risorse.

Il Ministero invita, pertanto, gli enti a prendere visione di quanto riportato nella sezione sopra richiamata e rammenta che le risorse assegnate per il personale di che trattasi, spettano agli enti fin quando rimarranno in essere i rapporti di lavoro con i dipendenti trasferiti e che il diritto alle stesse viene meno a seguito dell’interruzione, a qualunque titolo, del rapporto di impiego.
Rappresenta uno specifico obbligo degli enti comunicare a questa Direzione Centrale le intervenute interruzioni del rapporto di lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>