Questo articolo è stato letto 0 volte

Aggiornato l’elenco dei revisori contabili degli enti locali

Triplicato il numero degli aspiranti revisori contabili degli Enti locali: dal 1° marzo e fino al 31 dicembre 2013 i prefetti potranno estrarre i nominativi, per le sedi in cui è scaduto il mandato, da un elenco composto da 13.479 futuri controllori. Con il d.m. Interno del 28 febbraio 2013 è stato aggiornato l’elenco dei revisori contabili che passa da 4.146 iscritti all’inizio di dicembre ai più di 13mila di oggi. Le nuove domande ricevute dal 21 dicembre 2012 al 21 gennaio 2013, i termini d’iscrizione erano stati riaperti con un avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 100 del 21 dicembre 2012 serie concorsi e sul sito del Viminale, sono state 13.499 e quindi sono soltanto 20 le istanze respinte a differenza del primo “scrutinio” che aveva bocciato un numero superiore di quelli ammessi. La prima selezione prevedeva requisiti più stringenti e soprattutto che i crediti formativi richiesti agli aspiranti revisori fossero stati ottenuti negli ultimi tre anni nell’ambito di un gruppo ristretto di materie. Con le regole già a regime, in questa seconda tornata veniva richiesto invece il conseguimento di 10 crediti formativi nel 2012 all’interno dei corsi che “hanno ricevuto la condivisione dei programmi formativi da parte del Ministero dell’interno” ovvero corsi organizzati da ordini locali, amministrazioni ed enti già certificati dal Viminale. L’allargamento della platea può dipendere quindi dal fatto che i nuovi promossi siano riusciti a maturare più facilmente negli ultimi mesi i requisiti richiesti. Anche perché il Viminale ha continuato a certificare i corsi che rilasciano crediti aumentando così l’offerta. Le nuove regole infatti obbligano i revisori a una formazione continua: come recita l’articolo 8 del Dm Interno 15 febbraio 2012 n. 23, gli iscritti sono soggetti “all’onere della dimostrazione del permanere dei requisiti”.
Il Dm Interno del 28 febbraio 2013 contiene in allegato l’elenco di tutti gli iscritti articolato a livello regionale e per ordine alfabetico, con gli elementi informativi (dati anagrafici e di residenza) nonché con l’indicazione delle fasce di raggruppamento degli Enti locali.

Fonte: Il Sole 24Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>